barattoli e conserve, salse e condimenti

Pesto verde alle olive, per variare un po’

Pesto verde alle olive

Oggi avevo proprio voglia di fare un condimento fresco per la pasta, qualcosa da non cuocere, qualcosa da risolvere con un piccolo frullatore o tritatutto ma diverso dal pesto di basilico perchè oramai l’ho fatto talmente tante volte durante l’estate che i miei bambini non lo vogliono più vedere.

Quindi per farmi venire un’idea ho usato il mio solito metodo empirico, ho aperto la madia e il frigo e davanti alle porte aperte mi sono fermata immobile ad aspettare un’ispirazione… che per fortuna è arrivata, considerato il fatto che con 40° esterni lasciare il frigo aperto è una specie di follia da internamento.

Pesto verde alle olive

Pesto verde alle olive

 

Pesto verde alle olive, per variare un po'
 
preparazione
tempo totale
 
Lara Bianchini:
Tipo di ricetta: salsa
Tipo di cucina: italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 2 manciate di basilico fresco
  • 3 cucchiai di nocciole
  • 6 cucchiai da tavola di olive verdi snocciolate
  • 4 cucchiai da tavola di parmigiano grattugiato
  • olio EVO q.b. per me 100% Italiano DANTE
Preparazione
  1. mettete nel tritatutto il basilico e frullatelo, poi mettetelo da parte in una ciotolina. fate la stessa cosa con le nocciole che dovrete avere cura di frullare con la funzione pulse, o se non l'avete dando dei colpetti ON/OFF per evitare che le nocciole traggano l'olio.
  2. Stesso trattamento per le olive.
  3. Raggruppate poi assieme tutti gli ingredienti e mescolate aggiungendo l'olio fino ad ottenere un'emulsione morbida.
Note
Non fatevi prendere dall'idea di frullare tutto assieme perché otterreste una crema più fluida ma perdereste tutto il granulare tipico del pesto, la materia che lo rende unico. Invasate e aggiungete olio se necessario fino a coprirlo, chiudete e conservate in frigo anche una settimana.

 

 

 
 

 

Con questa ricetta volevo partecipare al contest di Patty “La commedia è servita”, un contest di cinegustologia, disciplina che fino a ieri non conoscevo ma che mi ha fatto riflettere…
Paragonerei questo pesto un po’ diverso a Sabrina di Billy Wilder, una commedia che sicuramente conoscerete tutti e che come saprete è stata anche recentemente rivista in una versione con Julya Ormond e Harrison Ford, versione che ho trovato ben fatta e rispondente all’originale in maniera deliziosa.
Vi descrivo brevemente la trama: 

Sabrina Fairchild (Audrey Hepburn) è la giovane figlia dell’autista dei Larrabee, ricca famiglia americana.

Da sempre la ragazza è innamorata del secondogenito David (William Holden), classico dongiovanni poco propenso al lavoro e molto al divertimento e alle donne, che però non la vede nemmeno.


Un giorno, la ragazza parte per Parigi per frequentare un corso di alta cucina, e dopo due anni torna alla base. E vi torna donna, tanto da attirare ora le attenzioni non solo di David, peraltro in attesa del quarto matrimonio, ma anche di Linus (Humphrey Bogart), più grande e decisamente più posato, che cercando di distrarre l’attenzione del fratello finirà per innamorarsene lui stesso e per seguirla a Parigi, dopo una serie di equivoci tra il comico e il sentimentale.

Di particolare ispirazione la scena del film in cui il padre, sbirciandola da dietro una siepe commenta che oramai la ragazza non appartiene più al garage ma neanche alla Villa.

 
Proprio come questo pesto, che partendo da ingredienti molto semplici (la Sabrina del garage che parte ) dopo avere subito l’influenza di altri ingredienti (la vita a Parigi) trova una sua dimensione più raffinata in unione con il prezioso olio di oliva(La Sabrina finale insieme a Lynus.)
 
 

 

Facebook Comments

Previous Story
Next Story

18 Comment

  1. Reply
    Stefania
    30 luglio 2012 at 14:36

    molto particoare e mi incuriosisce molto il sapore; visto che adoro le olive non posso che provare a farlo, un abbraccio

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      30 luglio 2012 at 16:18

      Provalo cara, ai due mostriciattoli è piaciuto tanto spero anche a te 😉

  2. Reply
    Cuoca tra le Nuvole
    30 luglio 2012 at 15:04

    Una versione di pesto leggera e fresca. Da provare!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      30 luglio 2012 at 16:21

      grazie, grazie. 😀

  3. Reply
    Micol
    30 luglio 2012 at 15:09

    Questo pesto mi piace molto!! Immagino che bontà con la pasta!!
    Brava Lara e che belle foto!! 🙂

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      30 luglio 2012 at 16:20

      Grazie Micol, mi stò impegnando tantissimo con questa storia delle foto, da autodidatta ma stò studiando molto, quando qualcuno me le complimenta mi fà ingrassare 10 kg. Non ne avrei bisogno (di ingrassare intendo) ma è una grande soddisfazione.

  4. Reply
    Valentina Marangoni
    30 luglio 2012 at 15:15

    Che meraviglia Lara!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      30 luglio 2012 at 16:20

      Grazie cara, io devo provare assolutamente il tuo tortino con le pesche (o erano albicocche?), mi ha stregata.

  5. Reply
    Lacucinaimperfetta di Giuliana
    30 luglio 2012 at 16:46

    BUONO!!!! Anche più bello e invitante di quello nero che ha un colore piuttosto bruttino!!!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      30 luglio 2012 at 16:54

      Concordo pienamente. Ciao.

  6. Reply
    Patty
    31 luglio 2012 at 13:18

    Cara Lara, grazie! Ti inserisco subito nella categoria "commedia sofisticata" di cui Billy Wilder era il grande signore indiscusso. Interessante la tua analisi cinegustologica. Ti sei rivolta più al personaggio di Sabrina che all'intero film, però mi piace l'idea. Allora ti aspetto anche con una ricetta per la "commedia leggera" . Coraggio che c'è tempo. Un abbraccio, Pat

  7. Reply
    Pasticciando con Rosy
    31 luglio 2012 at 14:45

    CHE FANTASTICA IDEA! ANCHE A ME PIACE MOLTO VARIARE ALTRIMENTI POI CI SI ANNOIA ANCHE DELLE COSE PIù BUONE.. QUESTO TUO PESTO E' DELIZIOSO. BACI E BUONA SETTIMANA

  8. Reply
    monica
    31 luglio 2012 at 17:25

    ti conosco per il contest di Patty, l'ispirazione davanti alla madia è perfetta, arriva sempre alla fine basta lasciarsi andare. Adoro il film che hai citato e l'analisi che ne hai tratto … dal tuo pesto gustosissimo. a presto mony…ah in bocca al lupo!

  9. Reply
    sandra
    1 agosto 2012 at 6:59

    Lara: splendido il pesto di olive freschissimo e l'abbinamento a Sabrina è superbo!!! Brava brava brava!!!

  10. Reply
    Carmela
    1 agosto 2012 at 13:33

    Un pesto molto singolare, anche a me piace variare come te! Noto solo ora che hai partecipato al contest La commedia è servita, anch'io oggi ho inviato la mia proposta 🙂 In bocca al lupo ad entrambe, bacioni 🙂

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      1 agosto 2012 at 16:17

      In bocca al lupo anche a te, dopo vado a vedere la tua proposta 😉

  11. Reply
    Ale
    1 agosto 2012 at 14:08

    ciao che bel blog e che belle ricette! passa a trovarmi:
    dolcementeinventando.blogspot.it

    mi sono unita ai tuoi lettori!!!

  12. Reply
    labarchettadicartadizucchero
    1 agosto 2012 at 16:16

    Grazie, passo subito ^^

Lascia un commento

Rate this recipe: