Home LE MIE RICETTESECONDIcarne Lonza di maiale ai pistacchi e patate duchessa, pranzo della domenica…

Lonza di maiale ai pistacchi e patate duchessa, pranzo della domenica…

by Lara Bianchini

 

Questa ricetta è nata da una scommessa che ho fatto con me stessa e contro quello s…..o del mio forno… eh sì, parlando del forno,  ultimamente ha deciso che se io gli dico 200° lui si ferma a 150°, ma ti sembra? Che anche il forno, non bastassero figli e marito, si metta a non ascoltarti più… bè è grave.

I miei nervi stavano per subire un tracollo, e così, in preda allo sconforto e con mio marito che mi diceva che sono una pazza, sono andata a comperarmi un termometro da forno… eeeeeee? Avevo ragione, il forno è impazzito e io sono sana di mente.Evviva!!!!

Invece la scommessa con me stessa è più complessa, risale alla scoperta della mia evidente negazione con gli arrosti, dovuta essenzialmente al
ventennio passato a mangiare gli arrosti preconfezionati quando non precotti che mia madre tanto adorava. Da lì, io mi sono sempre rifiutata, quindi stracotti, pezzi interi, polli, brasati, umidi, ma arrosti ripieni e arrotolati mai. Ma potevo, continuare così? È evidente che no! Così ho
pensato a un ripieno sfizioso da fare con uno dei miei tagli di maiale preferiti, ed eccovi il risultato. I commensali l’hanno gradito, ma soprattutto devo dire che lascia un sughettino che ammorbidito con un gocciodi brodo ha fatto la differenza.

 

Lonza di maiale ai pistacchi e patate duchessa, pranzo della domenica...

30 min
1 h
Tempo totale1 h 30 min
Portata: secondo carne
Cucina: italiana
Persone: 6
Chef: Lara Bianchini

Ingredienti

  • 1 kg di lonza di maiale
  • 500 ml brodo di carne
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • 3 fette di pane in cassetta ammollato nel latte
  • 50 g di pistacchi sgusciati
  • Olio evo
  • Patate duchessa
  • Per accompagnare l’arrosto di lonza cosa c’è di meglio del purè eccone uno in una versione più giocosa
  • 800 g patate
  • 150 g burro
  • 4 tuorli
  • Sale q.b.

Preparazione

  • Riscaldate il forno a 190°
  • Passate al mixer i pistacchi e metteteli in una ciotola, passate al mixer anche il pane e mettetelo assieme ai pistacchi e aggiungete il parmigiano.
  • Assaggiate e se necessario aggiustate di sale e pepe.
  • Mescolate bene e mettete da parte.
  • Incidete la lonza in modo da ottenere una grande fetta spessa circa 1,5 cm, spalmateci sopra il ripieno, arrotolate e legate con spago da cucina.
  • In una rostiera versate un filo d’olio evo e mettete sul fuoco, quando comincia a sfrigolare adagiateci sopra la lonza a fate rosolare qualche minuto su tutti i lati, in modo da sigillare bene la carne.
  • Versate due mestolini di brodo e infornate per circa 45/55 minuti. A metà cottura estraete e girate l’arrosto, bagnatelo col fondo di cottura o se necessario aggiungete un altro mestolino di brodo.
  • A fine cottura sfornate e ponete a rafreddare su un piatto, mettete la pentola sul fuoco e aggiungendo un paio di mestolini di brodo deglassate il fondo raschiando bene con un cucchiaio di legno, fate sobollire qualche minuto fino ad ottenere un sughino denso e granuloso.
  • Tagliate l’arrosto e versateci sopra la salsa di accompagnamento, se ne avrete ottenuta molta mettetene un po’ in una salsiera da portare in tavola, vedrete che non avanzerà.
  • Prima di iniziare a preparare l’arrosto sbucciate e tagliate le patate a cubetti sottili, mettetele in una pentola con acqua in bollore nel cestello del vapore per circa 10 minuti, tastatene la cottura e se sono morbide toglietele e passatele velocemente allo schiacciapatate.
  • Fatele cadere in una pentola e mettetele al fuoco, incorporate il burro e mescolate bene, fino ad
  • avere un bel composto liscio e omogeneo. Togliete dal fuoco e uno alla volta, mescolando, unite 3 tuorli d’uovo e salate.
  • Mettete in una sac a poche con bocchetta a stella e spremetene delle piramidine (via libera alla fantasia vanno bene anche mucchietti, fiori e quant’altro) su delle placche rivestite da carta forno.
  • Riscaldate il forno a 190°
  • Se le fate come contorno all’arrosto mettetele in forno appena tolto quest’ultimo, basteranno una decina di minuti per farle dorare, giusto il tempo di deglassare la pentola e impiattare l’arrosto.

 

 
 
 
 

 

 

 
Inutile ricordarvi che questa ricetta la trovate sull’ultimo numero di taste&More

 

Open publication – Free publishingMore cookery

 un maiale classico con una presentazione rustica, da piatto della domenica, da trattoria dietro casa… spero ti piaccia

 

Commenti di Facebook

22 commenti

Silvia- Perle ai Porchy 4 Febbraio 2013 - 12:07

Come può non piacermi il maiale!
🙂
Ho un debole!
Grazie mille!

Rispondi
Ivana 4 Febbraio 2013 - 12:17

ottimo….una delizia ! ciao

Rispondi
Flora 4 Febbraio 2013 - 12:41

Il piatto che hai preparato ha un'aspetto delizioso!
Buona giornata

Rispondi
Simo 4 Febbraio 2013 - 12:52

che secondo sontuoso e buonissimo….meraviglioso da presentare anche se ci sono ospiti a cena!

Rispondi
Elle 4 Febbraio 2013 - 13:04

Evvai con un tabù culinario esorcizzato. Mi piacciono tanto queste piccole vittorie personali. A giudicare dalle foto direi che hai battuto il forno 10'000 a 0. Bravissima! Un bacione

Rispondi
Mariangela Circosta 4 Febbraio 2013 - 14:16

Sono contenta che tu sei sana di mente e che è' solo il tuo forno che non vuole lavorare! L'arrosto e' buonissimo!!!

Rispondi
conunpocodizucchero Elena 4 Febbraio 2013 - 14:53

mmmm!!!!!

Rispondi
Dolci a gogo 4 Febbraio 2013 - 17:21

Devo dire che questo arrosto ha un aspetto superlativo e per il forno ti capisco e come anche il mio è decisamente impazzito!!baci,imma

Rispondi
La Cucina Imperfetta di Giuliana 4 Febbraio 2013 - 19:15

Davvero un grande arrosto della domenica, superlativo!!!

Rispondi
Cibo ForMe 5 Febbraio 2013 - 9:01

Una domenica bestiale, la domenica con te! Voglio una mamma così!!! Anche se ormai c'ho 'na certa…

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 7 Febbraio 2013 - 7:22

non preoccuparti, ti adotto volentieri. Sagacia e spirito sono doti che ammiro, come potrei dire di no???

Rispondi
Laura 5 Febbraio 2013 - 13:01

Lonza perfetta..
Ricetta presa… fortunati gli invitati a casa tua la domenica..
Buona giornata!
Laura

ps
C'è poco tempo ma.. mi farebbe piacere averti nel mio contest.."Innamorati..non solo a San Valentino!"

Rispondi
Valentina Marangoni 5 Febbraio 2013 - 13:15

E io ti invidio sai? Ho anch'io lo stesso problema con arrosti & co. … anzi direi che il problema si riflette su tutti i tagli di carne che necessitano di una cottura lenta: sono negatissima! 🙁
Prima o poi mi metterò in gioco anch'io 😉
Un bacio cara
Valentina

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 7 Febbraio 2013 - 7:23

e vincerai, meglio di me anche mi sà.

Rispondi
I manicaretti di Annarè 5 Febbraio 2013 - 17:03

Che buonoooooo,poi io adoro le patate duchessa.Bravissima!!!

Rispondi
Cri 6 Febbraio 2013 - 8:44

Cara Lara,
la lonza la faccio spesso anche io, mi piace molto e poi viene sempre bene e si presta a differenti versioni!
Le patate duchessa sono un classico irrinunciabile.
Un bacione,
Cri

Rispondi
Viaggiare Cucinare Raccontare 6 Febbraio 2013 - 12:45

Ciao! Se passi da me c'è un invito per te!
Cerca il post: CONOSCIAMOCI…

Viaggiare Cucinare Raccontare

Rispondi
e il basilico 6 Febbraio 2013 - 17:34

Ma io ho fame!! Adesso come faccio? Mi è venuta voglia di lonza di maiale ai pistacchi. Quelle patate a ciuffetti mi sa che sono la fine del mondo. Ciao bella

Rispondi
sabry 7 Febbraio 2013 - 6:57

Bella ricetta tradizionale tipicamente familiare!

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 7 Febbraio 2013 - 7:24

Grazie a tutte per i vostri apprezzamenti, mi vien voglia di fare un megaarrosto e di invitarvi tutte a pranzo domenica prossima!!!

Rispondi
veronica 17 Febbraio 2013 - 11:11

Veramente splendida.Complimenti.

Rispondi
SimoCuriosa 6 Marzo 2013 - 9:30

ma che bell'abbinamento!

Rispondi

Lascia un commento






* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero piacere anche...