pasta, salse e condimenti

Pomodori cotti in olio profondo e… una pasta

Oggi vi posto una pasta colorata e un piatto unico, ma soprattutto vi posto una ricetta presa dall’ultimo libro di “Cracco”. Volete vi dica com’è il libro? Meglio di no và… 
Ma come mi tirate per la giacchetta??? Volete proprio un’opinione? La mia? pur ammettendo che non sono andata a nessuna scuola di cucina, che non sono una cuoca ma solo una sedicente tale? 
E vabbè, la mia critica al libro è che potevo risparmiare i 10,50 euro che mi è costato su Amazon. Qualcosa di più? Il libro è una via di mezzo tra un racconto della vita di Cracco e una scuola (lui la mette così) di cucina che si sviluppa in 60 lezioni e che dovrebbero rendervi tutti cuochi stellati… Sì, potrebbe anche essere, non fosse che mancano dosaggi, tempi di cottura e indicazioni base. Qualche ricetta, se avete da soli le basi della cucina, vi potrà anche venire ma non certo grazie a lui. Ultima critica e poi prometto che la smetto riguarda le foto, sarebbero state più belle anche se le facevo io! Dopodiché vabbè, resta pur sempre il fascinoso cuoco di Masterchef dall’occhio di ghiaccio, e io gli ho copiato i pomodorini cotti in olio profondo, che (dice lui) devono essere dolcissimi e di ottima qualità, così ho preso i datterini che la Laura tiene nel reparto gioielleria del suo negozio di frutta e verdura che costano 7,50 al kg, vi giuro ne è valsa la pena!

 
 

Per 4 piatti

 
Pomodori
datterini 200 g
Olio evo
q.b.
Sale
Basilico
aglio 1 spicchio in camicia
1 mozzarella
fiordilatte tagliata a cubetti
320 g pasta
corta
 
 
 Mettete in una cocotte di ghisa o terracotta i pomodori,
copriteli con l’olio e aromatizzate lo stesso con il basilico e l’aglio. Mettete sul
fuoco e cuocete a fuoco lentissimo per 3 ore. A questo punto i pomodori si
saranno arricchiti di molti profumi, avranno perso un po’ della loro acqua
senza avere assorbito l’olio. Regolateli di sale.Una volta freddi li potrete conservare
in un vasetto sterilizzato insieme al fondo di cottura, anche per parecchio
tempo, si prestano a parecchi utilizzi, mio figlio ad esempio li adora come
farcitura nei panini.
 
 
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
Scolate e condite con i pomodori e una spolverata di
mozzarella, lasciate riposare per due minuti così che la mozzarella
ammorbidisca e poi servite.
 

 

anche questa ricetta la potete trovare su…
 
 
Facebook Comments

Previous Story
Next Story

19 Comment

  1. Reply
    Patty
    22 aprile 2013 at 15:53

    Ma potevi partecipare allo Starbooks Redone! Mercoledì 1 maggio aspettiamo tutte voi con le ricette rifatte dai libri in rece.
    Ciao a presto,
    Pat

  2. Reply
    Vaty ♪
    22 aprile 2013 at 16:12

    Ma dai..! Ci tengo molto al tuo parere e quindi.. grazie per la recensione, credo che a questo punto NON lo prenderò (cioè se mancano i dosaggi, non esiste!). Bhè le tue foto sono sempre più belle quindi, anche sul punto, mi fido!! però, è vero.. ha degli occhietti che fanno impazzire^_^
    vado a (ri)vedermi la rivista 🙂
    un bacione!

  3. Reply
    Dolci a gogo
    22 aprile 2013 at 16:18

    Tesoro sai che ti dico? Volevo comprare questo libro ma i pareri sono stati cosi negativi che risparmio per questa volta anche se questa preparazione mi ispira parecchio deve essere molto saporita!! Bacioni, Imma

  4. Reply
    Not Only Sugar
    22 aprile 2013 at 17:23

    Mi piace il tuo spiglio critico e la tua onestà.. Eh ciò che cerco di fare sempre anch'io nel mio blog..

    Not Only Sugar

  5. Reply
    Chiara Setti
    23 aprile 2013 at 6:03

    Ce l'ho anch'io il libro e in effetti è stata una bella delusione…però questi pomodorini cotti così…affascinanti!!
    Sicuramente una pasta leggera ma saporita…un abbraccio

  6. Reply
    ๓คקเ
    23 aprile 2013 at 6:24

    Noi dello Starbooks Blog stiamo recensendo il libro di Cracco proprio adesso: guarda qui: http://www.starbooksblog.blogspot.it/

    Perché non fai un'altra ricetta del libro e la pubblichi il primo mercoledì di maggio, così partecipi allo Starbooks – Redone! ? 🙂

  7. Reply
    La Cucina Imperfetta di Giuliana
    23 aprile 2013 at 7:07

    Premesso che adoro Cracco a prescindere da tutto, sul libro ti credo, e infatti, sebbene incuriosita, non l'ho comprato…però che favola questi pomodorini!!!!!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:59

      D'accordo sui pomodorini e hai fatto bene a non comperarlo, nonostante il fascinoso sguardo

  8. Reply
    conunpocodizucchero Elena
    23 aprile 2013 at 12:35

    grazie per la recensione! ci è molto utile!
    e cmq questa ricetta a me piace! 😉

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:59

      hai ragione, a volte basta saper prendere il bello di ciò che ci viene dato

  9. Reply
    Silvia- Perle ai Porchy
    23 aprile 2013 at 13:33

    E comunqyu sei riuscita a coglierne il meglio, vediamola così!
    Baciiiii!!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:58

      Grazie, questo è voler vivere positivo, una dote che mi piace molto

  10. Reply
    Gioia
    23 aprile 2013 at 14:29

    Devo comprare questo libro… mi hai convinta!!! buona la pasta

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:58

      ;-D

  11. Reply
    LaMiciaCleo
    24 aprile 2013 at 15:58

    Grazie per la tua recensione, l'ho trovata molto interessante. Io non compro mai libri di cucina "nuovi", adoro quelli da 2 o 3€ che trovo nelle bancarelle hehehe
    Ma qualche bella foto di Cracco in costume non c'è nel libro?! 😛 Vabbè, almeno ti sei consolata con i pomodorini!!!!
    Ciao!

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:57

      No, di lui neanche una

  12. Reply
    Andrea
    26 aprile 2013 at 21:24

    Io invece Cracco non lo sopporto: avrà dagli occhietti vivaci, ma mi sembrano anche parecchio furbetti; sono sicuro che nelle sue ricette non ti dirà mai tutto, ci sarà sempre qualche punto oscuro, hai visto mai che poi diventi più bravo di lui? Non comprerò mai un suo libro!
    Ti ho conosciuta per caso ed ho visto che hai un bel blog! Naturalmente mi sono segnato tra i tuoi lettori. A presto

    1. Reply
      labarchettadicartadizucchero
      27 aprile 2013 at 10:57

      vero vero… anche questa opinione non è da escludere

  13. Reply
    cristina b.
    1 maggio 2013 at 21:45

    sicuro che i soldini del libro di cracco si potevano risparmiare…
    sicuro che se le foto le facevi tu era meglio…
    sicuro che una forchettata di questa pasta me la mangerei volentieri!!!
    grazie e a presto

Lascia un commento