Home Articolifilo diretto col territorio Distilleria Poli, un tuffo nella tradizione…

Distilleria Poli, un tuffo nella tradizione…

by Lara
distillerie poli, grappa, visita, museo
 

un paio di settimane fa sono stata in una tenuta vinicola a fare la vendemmia, la scorsa settimana invece, a vendemmia finita, ho visitato una distilleria di grappa. Sembra un continuum spazio – temporale che ha un senso…

A parte gli scherzi devo dire che questa giornata è stata davvero interessante, due ore di visita fitta di spiegazioni, partendo dalla nascita della grappa, proseguendo con la storia della famiglia e finendo con l’attuale sistema di distillazione artigianale .

Distilleria Poli
Il Museo con la storia della famiglia

 

Quanto mi piace scoprire come si fanno le cose, cosa c’è dietro alla bottiglia che compero al supermercato, quanta storia, abilità e visione siano presenti in alcuni dei prodotti che sono presenti sul mercato.

Distilleria Poli

caldaie e alambicchi, nel cuore della distillazione

con i resti di lavorazione mattonelle da combustione e olio di semi, il riciclo e il rispetto ambientale sono in primo piano

Il signor Jacopo Poli, erede e portavoce della tradizione familiare, ci ha aperto le sue porte e con il supporto di Alberto (un ragazzo giovane ma dall’oratoria incredibile) ci ha accompagnato nell’affascinante mondo della grappa.

grappe aromatiche e infusi di erbe

Alambicchi, caldaie a vapore, rame e vecchi mattoni, sembra di entrare nel magico antro di un alchimista, una trasformazione antica che inizia dal vapore che eleva il viticcio a spirito e che finisce nel buio delle cantine, tra botti di varie essenze che affinano la grappa dandole sapori e colori che, pure a un palato poco avvezzo come il mio, sanno risvegliare grandi emozioni.

le suggestive cantine, partendo dalle botti un viaggio nei vari gradi di invecchiamento fino a giungere alla zona degustazione

Vi riporto una frase presente nel loro sito che mi ha colpito per verità e perché mi sembra riassumere proprio la loro palese filosofia

sulle orme di un mitico Bisnonno fino alla creazione dell‘Airone Rosso
 
“Un’azienda è costituita da edifici, macchinari, attrezzature ma soprattutto persone.”
E le persone che ci hanno accolto e guidato in questa giornata sono state generose con noi del loro sapere e ci hanno fatto sentire benvenute. Grazie!



 

2 commenti

Andrea 10 Ottobre 2014 - 17:45

Quando studiavo agraria ho avuto diverse occasioni di visitare qualche stabilimento per la trasformazione dei prodotti agroalimentari (olio, latte, formaggi, ecc.). Ogni volta era un piacere vedere l'entusiasmo delle persone addette alle varie lavorazioni e che con grande competenza riuscivano a produrre ogni ben di dio! Un caro saluto

Rispondi
Sabrina Rabbia 10 Ottobre 2014 - 20:12

mi sembra di essere stata li' con te grazie alle tue spiegazioni esaurienti e alle belle foto!!!Baci Sabry

Rispondi

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero piacere anche...