Home LE MIE RICETTEANTIPASTI E SFIZIOSERIEstreet food Crescione salsiccia mozzarella e pomodorini confit

Crescione salsiccia mozzarella e pomodorini confit

by Lara Bianchini

crescione

Come potete vedere dal banner che trovate a destra  faccio parte dell’Associazione Italiana Foodblogger e in special modo partecipo alla creazione del “Calendario del cibo Italiano”. L’AIFB comunque nasce come associazione dallo scopo nobile per formare e tutelare quei foodblogger italiani che intendono farsi ambasciatori di una cultura culinaria autentica.

Ma cos’è il calendario? Ogni giorno di ogni mese sarà dedicato a un piatto o un prodotto o anche un personaggio italiano legato in qualche modo al cibo e soprattutto alla tradizione, la nostra tradizione.  Oltre alle giornate, in parallelo si snodano anche le 52 settimane anch’esse con un tema dedicato.  quindi in questo snodarsi di settimane e giornate avrete modo di leggere sul sito dell’AIFB tutte le notizie storiche e gli approfondimenti sui temi trattati, e nei blog aderenti troverete invece varie declinazioni e ispirazioni sull’argomento, dalle ricette. alle curiosità, agli eventi. Il tutto per parlare del cibo Italiano tra storia, tradizione e innovazione e per poter approfondire tutti gli aspetti che riguardano un piatto o un alimento, composizione, conservazione e cultura secolare.

Oggi 15 gennaio è la Giornata Nazionale della salsiccia e io vi lascio una suggestione semplice e legata alla tradizione Emiliano romagnola, già pubblicata sul blog ma che oggi ci stava proprio a fagiolo!

Una piada perchè l’Emilia Romagna è mia terra di adozione e della sua più tipica e umile cucina sono figlia.

La piada, una semplice sfoglia di farina, strutto, acqua e sale che veniva cotta su lastre di pietra refrattaria chiamate “testo” , il pane dei poveri. Il suo nome deriva dal termine settentrionale piàdena, plàdena o plàtena, cioè piattino, teglia, insomma oltre a fare il pane faceva anche il contenitore del cibo che la riempiva.

La farcia di salsiccia è anch’essa molto comune nelle sue zone d’origine e qui viene proposta nella sua versione chiusa, il crescione o cassone, dove la pasta veniva sigillata coi rebbi di una forchetta e in ogni caso cotta sul testo, a fuoco molto basso, per permettere all’interno di cuocere senza bruciare l’esterno.

DSC_0004blog

5 da 1 voto
Crescione con salsiccia, mozzarella e pomodorini confit
Preparazione
2 d 1 h
Cottura
10 min
Tempo totale
2 d 1 h 10 min
 
Piatto: Street Fod
Cucina: Romagnola
Porzioni: 8
Chef: Lara Bianchini
Ingredienti
  • Per la pasta
  • 500 g di farina 00*
  • 125 g di acqua
  • 125 g di latte parzialmente scremato fresco
  • 100 g di strutto
  • 15 g di lievito per torte salate**
  • 10 g di sale fine
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • Per il ripieno
  • 3 salsicce
  • 2 mozzarelle
  • 300 g pomodorini datterini
  • 1 cucchiaio di miele
  • 3 cucchiai olio evo
  • sale
  • timo fresco
  • 2 spicchi d’aglio schiacciati
Istruzioni
  1. Prepariamo la piadina Fate scaldare al microonde il latte e l’acqua per pochi secondi in modo che siano tiepidi.
  2. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz’ora circa fuori dal frigorifero.
  3. Su di un tagliere disponete la farina a fontana, all’interno mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo, aggiungete l’acqua e il latte.
  4. La consistenza inizialmente potrebbe essere un pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia.
  5. Mettete l’impasto in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti, lasciate riposare 48 ore in frigorifero e riportarla a temperatura ambiente 2 ore prima dell’uso. La pasta ottenuta sarà circa 850 grammi, dividetela in 8 pezzi da 100 grammi circa e formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz’ora.
  6. Infarinate appena il tagliere e disponetevi una pallina d’impasto, schiacciatela con la punta delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda. Avrà un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5 centimetri.
  7. Prepariamo il ripieno Riunite in una ciotola l’olio, il miele, il timo, gli spicchi d’aglio schiacciati e una presa di sale, fate scaldare 10 secondi in microonde e lasciate in infuso per 20 minuti circa.
  8. Preriscaldate il forno a 200°., tagliate a metà i datterini, cospargeteli con l’olio aromatico e il miele e disponeteli su una teglia da forno foderata di carta forno con il lato tagliato rivolto verso l’alto. Infornate per circa mezz’ora, spegnete il forno e lasciate intiepidire.
  9. Togliete la pelle alla salsiccia, con le mani sbriciolatela e fatela cuocere e dorare senza grassi aggiunti in una padella antiaderente, basteranno pochi minuti a fuoco medio.
  10. Fate rafreddare, tagliate a dadini la mozzarella e mettetela a scolare su un passino, di modo che perda la sua acqua.
  11. Farciamo e Cuociamo Prendete una piadina, disponetevi il ripieno, chiudetela sovrapponendo i lembi e aiutandovi con la forchetta.
  12. Scaldate una padella antiaderente capiente su una fiamma grande con spargifiamma e tenetela a fuoco medio / basso, aagiateci sopra il crescione e fate cuocere dolcemente. E’ importante che la temperatura non sia troppo alta in questa fase per evitare che si bruci esternamente senza sciogliere e cuocere il ripieno.
  13. Per aiutare l’operazione io mi sono aiutata coprendo con un coperchio a campana i primi minuti, così da ingabbaiare il calore e farla cuocere meglio all’interno, poi l’ho tolto e ho fatto evaporare la condensa e asciugare l’esterno. l’ho girata e ho ripetuto.
  14. servitela ben calda, con la mozzarella filante.

 

Commenti di Facebook

Ti potrebbero piacere anche...

12 commenti

Simo 15 Gennaio 2016 - 9:17

mamma mia da svenimento puro! Che delizia Lara!

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 15 Gennaio 2016 - 16:14

Grazie Simona, ti abbraccio forte

Rispondi
Raffaella 15 Gennaio 2016 - 9:31

Il crescione è il crescione, si sa! Con la salsiccia diventa irresistibile! Ti ringrazio Lara per aver contribuito a festeggiare degnamente la giornata della salsiccia con il tuo post “succulento”ed interessante. Baci!

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 15 Gennaio 2016 - 16:13

Grazie a te Raffaella, non si poteva non festeggiare cotanto ingrediente!

Rispondi
sabrina 15 Gennaio 2016 - 10:14

5 stars
Ottimo contributo direi. La versatilità della salsiccia è indubbia, io la metterei ovunque ma in un crescione non si batte!

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 15 Gennaio 2016 - 16:13

se ascolti Filippo, pure nel caffelatte, hahahahah

Rispondi
Marina 15 Gennaio 2016 - 15:17

Che bella questa piadina farcita di salsiccia…un piatto unico senza se e senza ma !

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 15 Gennaio 2016 - 16:12

Grazie marina, che piacere…

Rispondi
fausta lavagna 18 Gennaio 2016 - 9:11

ti assicuro che questa prima o poi la faccio!!! Detto tutto… :))))

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 18 Gennaio 2016 - 9:43

Ma perché tutte le cose buone che ho fatto fanno tanto ingressare Fausta, che mondo crudele!

Rispondi
Mila 19 Gennaio 2016 - 11:31

Sto sbavando!!!!!!

Rispondi
labarchettadicartadizucchero 19 Gennaio 2016 - 12:05

grazie Mila!

Rispondi

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.