Home Articoli Filetto alla birra e Storie di ordinaria passione “I maghi di Orz”

Filetto alla birra e Storie di ordinaria passione “I maghi di Orz”

by Lara

Oggi vi racconto una ricetta che prende il via da una bella stora della nostra imprenditoria Veneta, la storia di tre amici che dopo avere partecipato ognuno per proprie vicissitudini, a un corso sulla birra artigianale, hanno deciso di unire le loro forze e la loro passione e di creare una birra naturale, provenienete da orzo e luppolo a km. 0 e con un ingrediente segreto che la rende speciale, “l’amore”…. Un po’ come i Crabby Patty di spongeBob, hahahha.

Ma a parte la battuta la loro storia è una storia vera e le loro birre sono interessanti e complesse, ottime da gustare ma anche da utilizzare come ingrediente per piatti non banali.Dall’infinita passione per la birra e dal legame con la natura nasce l’affascinante avventura che porterà I Maghi di Orz (questo il magico nome dietro il quale troviamo Simone, Mirco e Matteo) a interpretare e sperimentare ricette sempre nuove nate dall’incontro tra la tradizione birraia e i prodotti della nostra terra.

La birra è un’inebriante vita liquida

“Ben Mc. Farcland”

La birra rispecchia gli individui e le personalità che la plasmano e  da modo a a questi tre amici di esprimere le loro inclinazioni e mettere alla prova le loro capacità di inventare e creare non solo le birre, ma anche l’impianto con cui le realizzano. E ha dato a me la possibilità di creare un piatto che vi consiglio, perché è stato un successo. Per realizzarlo ho utilizzato la doppio malto verde, che ha dato al tutto un sentore aromatico e lievemente amarotico, ben bilanciato dal miele che avevo utilizzato per la marinatura e dagli aromi di timo che davano al tutto una nota aromatica fresca. Insomma un grande match!

Filetto alla birra
Preparazione
10 min
Cottura
8 min
riposo
1 h
Tempo totale
18 min
 

Mi spiace solo di non avere fotografato l’interno perché la cottura era perfetta, al sangue ma con i succhi saldi, una meraviglia.

Piatto: secondi, secondi di carne
Keyword: birra non filtrata, carne e birra, filetto alla birra, filetto aromatico alla birra
Porzioni: 1
Chef: Lara
Ingredienti
  • 800 g filetto di manzo
  • 500 cc birra doppio malto non filtrata
  • 3 rametti di timo
  • 2 cc miele
  • 2 cc senape
  • 4 CC olio extravergine d’oliva
  • 1/2 cc amido di mais
  • q.b. sale e pepe
per servire
  • 5 carote
  • 2 cippollotti
  • 3 zucchine
  • 100 g misticanza
Istruzioni
  1. Porzionate la carne tagliandola in 4 medaglioni da 200 g. cadauno, preparate una marinata con il miele, la senape, il timo, l’olio e 1/4 di bottiglia di birra e mettete il tutto in un sacchetto da congelatore, unitevi la carne e fate in modo che tutto sia ben rivestito dalla marinata, fate riposare nel sacchetto per circa un’ora.

  2. Nel frattempo lavate e tagliate a pezzi le carote, le zucchine e i cipolloti e cuocete il tutto al vapore per circa 10 minuti.

  3. scaldate una padella su fuoco vivace, scolate i filetti dalla marinata e fate cuocere sualla piasta calda per 3 minuti circa per lato, metteteli da parte coerti da un foglio di alluminio perché conservino il calore.

  4. mettete nella padella tutta la marinata che rimane nel sacchetto e anche la restante birra e deglassate il fondo della padella, fate ridurre a fuoco vivace il liquido e una volta raggiunta circa la metà stemperate in un goccio d’acqua fredda l’amido di mais, aggiungetelo mescolando bene al fondo di cottura per non creare grumi.

  5. Quando il fondo di cottura sarà diventatao cremoso filtratelo con un colino, servite il filetto con la verdura al vapore e l’insalatina condite a vostro piacimento  e nappatelo con due cucchiaiate di salsa alla birra.

Note

Se avete a tavola dei bimbi vi consiglio di usare una birra chiara e non doppio malto, il lieve sentore aromatico persistente non è gradito ai bimbi.

Scopri le altre ricette con la carne

Commenti di Facebook

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.