Home LE MIE RICETTEVARIEidee regalo Zàeti al radicchio

Zàeti al radicchio

by Lara

Zàeti al radicchio – biscotti tipici veneziani

I  “zàeti” con la z morbida tipica del dialetto veneto, detta un po’ con un suono tra la zeta e la esse,  sono biscottini preparati con un misto di farine di mais e frumento e uvetta tipici della tradizione veneziana lagunare, insieme agli zaeti si trovano tra le cose golose da gustare nella nostra romantica città   i Baicoi, le Esse e i Bussoeà di Burano.

Si chiamano Zàeti perché …

… perchè sono di colore giallo, zàlo in veneziano, colore dovuto all’uso della farina di mais Fioretto  che si utilizza nell’impasto che oltre a dargli il tipico colore dà loro anche una consistenza friabile davvero unica.

Pur essendo impastati con un tipico ingrediente povero, quale la farina di Mais, non sono poi così poveri perché vedono la presenza nella loro versione classica delle uova e dell’uvetta.

Oggi ve ne propongo una versione dolce realizzata con la sostituzione dell’uvetta con il radicchio rosso tardivo IGP, un’altra eccellenza del territorio. Zàeti al radicchio.

Ottimi come dessert ma anche da regalare e da mettere sotto ‘albero, per Babbo Natale, che mica mangerà solo cookies no?

Zàeti al radicchio
Preparazione
10 min
Cottura
12 min
riposo in frigo
1 h
Tempo totale
22 min
 
Ottimi da consumare abbinati a un bicchierino di Vino liquoroso dolce, o con la crema al mascarpone. Perfetti come piccolo regalo. Per un risultato più giallo sostituite lo zucchero di canna bruno con zucchero semolato.
Piatto: biscotti, Dessert
Cucina: Italiana tradizionale
Chef: Lara
Ingredienti
Ingredienti per 20 biscotti
  • 150 g farina di mais gialla fioretto
  • 150 g farina 00
  • 200 g zucchero bruno di canna + 3 cucchiai
  • 2 tuorli
  • 90 g burro a temperatura ambiente
  • 100 g di cimette di radicchio rosso tardivo tagliate a piccoli pezzi
  • 1 bustina di lievito
  • 1 punta di cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di rum
  • La scorza grattugiata di una clementina bio
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 pizzico di sale
  • Zucchero a velo per guarnire
Istruzioni
  1. In una padella mettere 3 cucchiai di zucchero bruno e il radicchio a piccoli pezzi e far caramellare per qualche minuto, il radicchio dovrà perdere l’acqua di vegetazione ma attenzione a non bruciare lo zucchero altrimenti il tutto acquisirà il tipico aroma amaro da zucchero bruciato, mettere da parte
  2. Fare una crema mescolando con una frusta i tuorli d’uovo con lo zucchero restante, un cucchiaio di rum e la scorza delle clementine. Mettere da parte.
  3. Nel bicchiere del mixer riunire le farine, il lievito, il sale, il bicarbonato e il burro, fare andare le lame fino a ottenere un composto bricioloso, aggiungere il radicchio oramai freddo, la crema d’uovo e i due cucchiai di latte e azionare ancora il mixer fino a ottenere un impasto consistente.
  4. Rovesciare il composto ottenuto su un piano di lavoro e lavorare velocemente fino a ottenere un piccolo cilindro che andrà avvolto nella pellicola e fatto riposare in frigo per 1 ora.
  5. Riprendere l’impasto dal frigo e con l’aiuto di un coltello tagliare tanti piccoli biscotti rotondi che andranno adagiati su una placca da forno rivestita di carta forno.
  6. Infornare per circa 12/15 minuti a con forno a 190° statico, fare attenzione, i biscotti devono diventare dorati.
Note

Appena tolti dal forno i biscotti saranno ancora leggermente morbidi, induriranno raffreddandosi. Spolverare con zucchero a velo e conservare in un barattolo ermetico, fino a due settimane.


Se volete qualche idea per un intero menù a base di Radicchio lo trovate QUI

Commenti di Facebook

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.