Il Picio che veniva dal mare...
Preparazione
1 h
Cottura
15 min
Tempo totale
1 h 15 min
 
Piatto: primi di pesce
Cucina: italiana
Porzioni: 4
Chef: Lara Bianchini
Ingredienti
  • Per i Pici Istruzioni dalla ricetta della sfida in rosso le variazioni
  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di semola rimacinata
  • 2 generosi cucchiai d’olio extra vergine
  • 1 pizzico di sale
  • acqua – qb –
  • 3 sacchetti di nero di seppia se avete un pescivendolo a cui strizzate l'occhio ve li dà anche gratis, che tanto loro quando fanno quelle pulite li buttano...
  • Per il sugo
  • 300 gr di code di mazzancolle
  • 5 gamberoni
  • 1 calamaro piccolo spellato lavato, pulito e tagliato a tocchetti.
  • 200 g di pomodorini tagliati in quarti
  • Zeste di limone
  • Sale q.b.
  • Aglio rosa 3 spicchi in camicia
  • Olio evo 4 cucchiai
  • Prezzemolo fresco tritato
Istruzioni
  1. Fate la fontana con le due farine miscelate., versate l’olio, il pizzico di sale e miscelate mezzo bicchiere d’acqua con il nero di seppia, versatelo pian piano sulle farine incorporando lentamente con una forchetta.
  2. Incorporate la restante acqua nello stesso modo fino al necessario.
  3. Attenzione al sale, non esagerate perché questo indurisce la pasta.
  4. Quando la pasta comincerà a stare insieme, cominciate ad impastare con energia utilizzando il palmo delle mani vicino ai polsi.
  5. Se necessario, aggiungete acqua o farina.
  6. Piegate la pasta su se stessa come quando impastate la pasta all uovo e non stirate mai troppo l’impasto per non sfibrarlo.
  7. “Massaggiate” con energia per almeno 10 minuti.
  8. Ricordatevi che la vostra “palla” di pasta è una cosa viva, dovete volerle
  9. bene.
  10. Dovrete ottenere una pasta liscia, vellutata e
  11. abbastanza morbida.
  12. Fate riposare una mezz’ora avvolta nella pellicola.
  13. Quando la pasta è pronta, tagliatene un pezzetto e
  14. fatene una pallina, quindi sulla spianatoia stendetela con il matterello ad uno
  15. spessore di 1 cm. Con un tagliapasta o un coltello affilato, tagliate
  16. tante striscioline larghe c.ca 1 cm e coprite il resto della pasta con la
  17. pellicola affinché non si secchi.
  18. Cominciate a "filare" i pici, rollando la pasta con il palmo delle mani e contemporaneamente stirandola verso l'esterno.
  19. Quando si tirano pici molto lunghi, la tecnica è quella di tirarli da un lato tenendo l'altra estremità con il palmo e piano piano allungandoli fino ad esaurire la pasta. Una volta tirato il vostro picio,
  20. fatelo rotolare nella farina di semola o di fioretto affinché non si appiccichi agli altri.
  21. Una pasta morbida e riposata si tira con estrema facilità.
  22. Mentre li tiravo li ho fatti lunghissimi,
  23. uno era un metro e mezzo!!! Però ho sbagliato qualcosa perché poi riposando
  24. anche con la farina fioretto si sono un po’ appiccicati e quindi poi si sono
  25. rotti mettendoli in pentola. Di conseguenza sono venuti dei pici cortini, ugualmente
  26. buonissimi ma cortini.
  27. Mettete in una pentola capiente 2 cucchiai d’olio evo e 1 spicchio d’aglio, appena l’aglio rilascia l’aroma mettete i pomodorini tagliati a metà, spolverate di sale, mettete il coperchio e fate andare a fuoco medio/basso per circa 10 minuti.
  28. Spegnete e lasciate coperto.
  29. In un'altra padella scaldate l’olio con l’aglio e quando è caldo mettete il totano lavato e tagliato a pezzettini, 50 secondi!!!
  30. Unite ai pomodori, mescolate e ricoprite.
  31. Nella stessa padella del totano e con lo stesso procedimento cuocete anche le mazzancolle e i gamberoni, 3 minuti!!!
  32. Unite ai pomodori, aggiustate di sale, mescolate e ricoprite.
  33. A questo punto il sugo lasciato nella pentola si amalgamerà ben bene diventando delizioso, voi cuocete i vostri pici in abbondante acqua salata finchè l’acqua non riprende il bollore e i pici verranno a galla, a questo punto scolateli e fateli saltare qualche secondo nel sugo.
  34. Impiattate e spolverate di prezzemolo fresco e di scorza di limone grattugiata.