Go Back

Focaccia allo zafferano e finocchio/nigella/fieno greco

Non ricordo nemmeno più per quale occasione avevo creato questo misto di semi profumato, sicuramente per soffriggere qualcosa in un piatto orientale, comunque ha un profumo inebriante ed era nella dispensa a chiamarmi per dare carattere a questa focaccia
Portata: Lievitati
Keyword: focaccia, focaccia allo zafferanno, focaccia genovese, focaccia zafferano e semi
Chef: Lara

Ingredienti

  • 300 g di farina 1
  • 170 g di acqua
  • 1 bustina di zafferano bio
  • 4 g di malto d’orzo
  • 24 g olio extravergine
  • 3 g lievito di birra fresco
  • 5 g di sale
  • 2 cucchiaini di misto semi con fieno greco semi di finocchio e sesamo nero (nigella)

Per la finitura

  • 3 cucchiaio d'olio evo
  • 3 cucchiai d'acqua
  • 1 pizzico di sale

Istruzioni

  • In un ciotola mettete l’acqua scioglietevi dentro lo zafferano, il malto e il lievito, poi aggiungete l’olio d’oliva ed amalgamate con una frusta.
  • Aggiungete la metà abbondante della farina e amalgamate ai liquidi velocemente con una forchetta, aggiungete il sale ed incorporate.
  • Versate la restante farina che avrete miscelato con il mix di semi e aiutandovi con una spatola, con cui praticherete dei tagli, idratate la farina incorporandola.
  • Appena la farina sarà incorporata (serviranno pochi minuti) rovesciate l’impasto su un piano non infarinato.
  • Massaggiate l’impasto facendo pressione con il polso della mano, basta in tre punti in orizzontale, poi rovesciate l’impasto chiudendolo su se stesso aiutandovi con la spatola.
  • Fate questo passaggio altre due volte.
  • Dopo la terza volta vi accorgerete che l’impasto inizia ad avere un po’ di elasticità premendo con un polpastrello non rimarrà la fossetta ma l’impasto tenderà a rialzarsi) vi dovete fermare, date all’impasto una forma leggermente ovale e con la mano iniziate ad arrotolarlo dall’alto in basso dando una leggera pressione, ruotatelo e appiattitelo leggermente, quel tanto da renderlo un po’ ovale e ripiegatelo su se stesso fino a chiuderlo bene.
  • Chiudete sotto anche i lati del rotolo con i palmi delle mani, creando una palla.
  • Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente infarinata e coprite con pellicola e mettete a lievitare per un ora.
  • Dopo un ora rovesciate l’impasto lievitato sul piano di lavoro leggermente infarinato.
  • Con delicatezza con i polpastrelli picchiettate tutto l’impasto, si formeranno tante fossette. Arrotolate l’impasto su se stesso partendo dall’alto e chiudendolo senza stringere. Trasferite l’impasto nella ciotola, con la chiusura in basso e fatelo lievitare coperto per un ora.
  • Ripetete questa ossigenazione della pasta per altre due volte a distanza di un ora.
  • Con questo impastovi verrà una focaccia piccola da 25x30
  • Trascorsa un ora dalla terza ossigenazione l’impasto è pronto per essere messo nella teglia. Ungete bene con olio le teglie che vi serviranno
  • Rovesciate con attenzione l’impasto nella teglia.
  • Con i polpastrelli picchiettate tutto l’impasto, partendo dal centro verso i quattro angoli della teglia, premendo solamente senza allargare.
  • La pasta un po’ alla volta si allargherà da sola.
  • Quando si sarà già abbastanza allargata è il momento di girarla.
  • Con attenzione appoggiare un lembo dell’impasto
  • sull’avambraccio e alzandolo delicatamente ruotate la pasta. Riprendete a picchiettare, se vi sembra che non si allarghi non tiratela e lasciatela riposare 10 minuti poi riuscirete a stenderla bene.
  • Coprite e fatela riposare per 30 minuti.
  • Dopo 30 minuti irrorate la focaccia con un emulsione di 3 cucchiai d’olio e 3 cucchiai d’acqua con un po’ di sale.
  • Coprite e mettetela a lievitare per un'ora
  • Cuocete in forno a 250 °C per 13 minuti circa
  • Appena cotta spostatela dalla teglia e mettetela su una griglia

Note

La mia focaccia non è venuta alta come l'avrei voluta, credo che avrei dovuto allungare un po' l'ultima lievitazione, purtroppo il tempo a mia disposizione era limitato e con i lievitati si sa... la fretta è nemica